L’inviata speciale di ilaria sgrò 

Chi almeno una volta non ha desiderato incorrere nell’effetto “sliding doors”, ossia vivere tutte le possibilità date dalla tua vita senza dover scegliere? Sarebbe magnifico poter percorrere tutte le strade che decidiamo di non prendere, anche solo per la curiosità di vedere come sarebbe potuto essere. Purtroppo o per fortuna è solo finzione e i film hanno già arrecato parecchi danni al nostro immaginario.
Però ogni tanto mi fermo a pensare: se solo avessi scelto di restare a Catanzaro, cosa sarebbe successo? Forse adesso avrei un lavoro decentemente pagato, se solo avessi insistito. Forse avrei una famiglia e vivrei non troppo distante dai miei genitori. Forse avrei raggiunto quella serenità tanto auspicata dalla mia generazione. Forse.
Nei forse ci si incastra rischiando i testa-coda. L’unica cosa che ho imparato a fare è stato interrogare il mio corpo per capire se la scelta presa fosse quella giusta, quantomeno in quel dato momento: usare il corpo come cartina di tornasole, chiarificatrice della qualità della mia decisione.
E se il giorno dopo non sentivo più quella sorta di peso sullo stomaco, allora ci avevo azzeccato.
Un grave errore che spesso commettiamo è vivere proiettati nel futuro con i piedi ben saldi nel passato, ignorando il presente. Quel presente che è responsabile primario della nostra serenità.
Are you sure this is where you want to be” dice la canzone che rimbomba nelle mie cuffie mentre sono nella metro per andare a lavoro. La metro elettrica senza conducente.
Non vivo nel posto più “civilizzato” d’Europa, ma anche un piccolo particolare come questo dà man forte alla mia attuale scelta.
Che viene messa in discussione ogni santo giorno, a ogni grado in meno della temperatura, a ogni chiamata di un amico che ti rasserena perché ti “sa” senza bisogno di ascoltarti.
Allora vorresti prendere il primo volo per tornare a casa, ma poi ti ricordi che “casa” per te è ovunque tu stia bene con te stessa.
Questo l’ho imparato bene nella mia terra madre, stare bene nonostante tutto: e capisci che non importa scegliere tra più opzioni quando hai realizzato questo.
Share.

About Author

Comments are closed.