Fotografia di angelo maggio

E se Babbo Natale sotto l’albero ci facesse trovare uno smartphone particolarmente adatto a scattare fotografie?

Abbiamo già visto nel numero scorso i problemi che il nostro smartphone ci dà quando scattiamo foto in situazioni un po’ più complicate, o magari non possiamo avvicinarci al soggetto o viceversa vogliamo avvicinarci molto.

Immaginiamo di avere ricevuto in regalo un smartphone che abbia uno zoom ottico 10X, cosa vuol dire? Vuol dire che il nostro obiettivo avrà la possibilità di ingrandire il soggetto muovendo gruppi di lenti proprio come avviene nelle macchine fotografiche.

In questo modo il nostro sensore verrà sfruttato al 100% e non come avviene con la maggior parte degli smartphone dove l’ingrandimento si ottiene ingrandendo digitalmente una porzione del sensore (che ha una risoluzione pari a 5248×3936 pixel quindi niente male). L’immagine avrà quindi una qualità maggiore sia in temine di risoluzione che il termine di sfumature (non di soli dettagli è composta una fotografia), inoltre non dovendo utilizzare una porzione del sensore anche in presenza di poca luce otterrete immagini niente male.

Infine, l’ottica ha anche la “stabilizzazione (in pratica un gruppo di lenti si muove per compensare le vibrazioni della vostra mano) che ci viene in aiuto per evitare quel fastidioso micromosso che vediamo quando andiamo a stampare le nostre foto in un formato pari o superiore ad un A4 (21×30 cm circa)

Il nostro smartphone poi ha il controllo totalmente manuale dell’esposizione, così da decidere noi i valori di tempo/diaframma/iso da impostare. Quindi niente più foto “bruciate” quando fotograferemo i nostri musicisti preferiti mentre si esibiscono sul palco.Inoltre lo smartphone ha una possibilità di mettere a fuoco oggetti vicini (un bigné occuperà interamente il vostro display), e lo zoom ci consentirà di riprendere oggetti mantenendoci ad una certa distanza. Si è vero che oggi alcuni telefoni offrono ottiche di diverse focali, ma si arriva ad un 3X, noi invece parliamo di 10X e le foto a corredo dell’articolo rendono bene l’idea. Vi piacerebbe un simile smartphone?

Bene, allora cercate tra gli annunci dei siti che vendono attrezzature usate, perché un simile smartphone è stato lanciato sul mercato nel 2014. Il problema di questo smartphone è che è “pacioccone, il suo obiettivo fa sì che abbia uno spessore pari a 2 cm (che aumentano quando si attiva la fotocamera proprio come avviene con la maggior parte delle compatte). Il progetto è stato abbandonato a favore di telefoni slim e software che migliorano la risoluzione.

In effetti era più una fotocamera compatta che faceva anche fare le telefonate.

Share.

About Author

Leave A Reply

cinque × 2 =