Editoriale Dicembre 2017 di fausto bisantis

…..E come ti giri, ecco che arriva Natale! Fino a metà novembre si pensa sempre che ci sia del tempo; invece eccolo lì dietro l’angolo, come un amico che s’incontra per caso, mentre si pensa agli affari propri.

Ma poi perché siamo sempre preoccupati del Natale alle porte?

Dobbiamo affrettarci a fare regali? A fare nuovi e buoni propositi? A pensare cosa ci sia in giro a Capodanno?  Tempo fa con alcuni amici abbiamo deciso che avremmo festeggiato la fine dell’anno il 31 agosto. Nessuna antica tradizione pagana ne è all’origine, ma solo il fatto che settembre è tradizionalmente il mese in cui tutto ricomincia da capo; un inizio proprio nel bel mezzo del nostro anno di lavoro e di studi potrebbe razionalmente avere poco senso. Con questo non s’intende fare una contrapposizione religiosa o ideologica, ma solo porre una riflessione fra le tante che ogni giorno si fanno strada nella società. Esaminando gli ultimi periodi natalizi di questi anni, le riflessioni sarebbero tante: una tra tutte è l’escalation di violenza del terrorismo internazionale e la costante paura che ti fa dire: ma che senso ha tutto questo? Il senso sta nel continuare a pensare in grande e fare grandi/piccole azioni di valore, non nel senso eroico del termine ma per rendere la propria vita utile a se stessi e agli altri. Per il prossimo anno auguriamoci tutti di fare delle cose belle: leggere un libro o guardare un film senza fare spoiler; fare la differenziata correttamente; aiutare i cani ma non attaccare chi non la pensa alla stessa maniera; non parlare al telefono in auto e così via. Non è il mondo a dover cambiare, ma il nostro sguardo verso di esso.  Buon Natale e felice anno nuovo da Tag Magazine!

Share.

About Author

Leave A Reply